“E’ una sentenza pesantissima che non riesco a comprendere. La stiamo rileggendo con i nostri legali per preparare l’appello perché va ribaltata”. Lo ha detto il presidente del Palermo Alessandro Albanese nel commentare la sentenza del tribunale federale dello sport che in primo grado ha deciso la retrocessione in C del club rosanero.

“Avremmo voluto leggere – prosegue – una sentenza che fosse espressione di quello che è successo in campo ed è quello che continuiamo ad auspicare. La proprietà è ancora più motivata di prima e nel proporre l’appello darà l’evidenza dei fondi per fare un grande campionato di A nel caso in cui dovessimo ottenere la promozione sul campo”. Per Albanese Arkus Network, società che ha acquistato il Palermo, non cambia i piani di rilancio del club: “Sono tutti più motivati di prima. Confidiamo nell’appello e non ci sentiamo in C. Eravamo fiduciosi prima e lo siamo ancora adesso dopo avere letto la sentenza”.