La legge sulla semplificazione amministrativa ed il rischio depotenziamento del ruolo delle soprintendenze, allarme lanciato sulle colonne di Blog Sicilia dalla storica dell’arte Silvia Mazza, trova condivisione nella denunciata lanciata da Legambiente Sicilia.

“Continua l’attacco all’autonomia delle Soprintendenze. Con la legge appena approvata all’Ars, sulla semplificazione amministrativa, il loro parere tecnico e scientifico può essere cancellato da un organo politico. Ci aveva già provato il precedente governo Crocetta, con zero esiti, adesso ci riprova quello Musumeci. Evidentemente, sotto le mentite spoglie di semplificare gli iter burocratici, l’obiettivo è quello di tutelare i ‘soliti interessi’ sul territorio, che nulla hanno a che vedere con la sua salvaguardia. Chiediamo, quindi, al Governo nazionale di impugnare tutte le norme diverse e/o in eccesso rispetto alla legge nazionale” dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia.

Leggi anche: La strategia del gambero: il disastroso epilogo dell’istituzione dei parchi archeologici