Continua la campagna di solidarietà verso i lavoratori e le lavoratrici della Formazione Regionale Siciliana, iniziata durante il presidio dei lavoratori davanti l’assessorato alla famiglia il primo maggio scorso. Da tutta Italia, la USB sta esprimendo la vicinanza ai licenziati della Formazione Professionale mettendo la propria faccia con un cartello scritto di pugno.
Roma, Milano, Bologna, Piacenza, Napoli, Firenze, Catania, Messina, Palermo e tante altre sedi USB che sono vicine alla vertenza e ai lavoratori.

Anche gli Ex Sportellisti Liberi, da sempre in prima linea, hanno lanciato una campagna di sensibilizzazione, nella quale chiedono la ricollocazione dei lavoratori ingiustamente licenziati, che da cinque anni lottano in varie forme per riprendersi la loro dignità lavorativa.