Si terrà a Palermo dal 24 al 27 novembre, presso il San Paolo Palace Hotel, il XVIII Congresso Nazionale Simit (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali).

L’appuntamento è organizzato da Collage S.p.a., azienda impegnata su tutto il territorio nazionale nella gestione di eventi congressuali e formazione scientifica di alto profilo.

“L’evento – dice il presidente di Collage, Piero Sola – vedrà la partecipazione di circa mille specialisti da tutta Italia e 300 relatori tra i massimi esperti delle patologie in questione.
Durante il Congresso, diretto dal Professor Antonio Cascio e dal dottor Luigi Guarneri, saranno discussi in maniera dinamica e concreta i principali aggiornamenti sulle più importanti tematiche infettivologiche e
chemioterapiche anche in collaborazione con altre branche specialistiche in considerazione della trasversalità della disciplina”.

Si farà il punto sull’attivazione del piano nazionale AIDS e sul piano nazionale di contrasto all’antibiotico-resistenza, ma anche sul sempre attuale problema delle vaccinazioni, soprattutto nel paziente a diverso titolo non immunocompetente.

Si parlerà inoltre di sepsi e shock settico in collaborazione con i colleghi intensivisti; insieme ai radiologi si discuterà delle più importanti novità dell’imaging nel campo infettivologico, col Ministero della Salute ed esponenti del WHO si affronterà in maniera costruttiva quello che può essere definito il ‘Tubercolosis Italian gap‘”.

Tantissimi gli altri temi trattati: dalla malattia da Clostridioides difficile alle malattie infettive correlate, alla globalizzazione e al global warming (il riscaldamento globale) e al trattamento delle infezioni causate da microorganismi MDR etc.

Il congresso risulterà molto attrattivo non solo per gli infettivologi, ma anche per microbiologi, internisti, pneumologi, chirurghi, intensivisti ed altri specialisti che giornalmente si trovano costretti ad utilizzare terapie antimicrobiche.