Diversi chilometri di tratti di mare inquinato a Palermo saranno interdetti al pubblico dall’1 maggio al 31 ottobre. Lo impone l’ordinanza numero 46 firmata dal sindaco Leoluca Orlando che è stata emanata oggi dal primo cittadino per “ravvisata l’inderogabile esigenza di tutelare la salute pubblica”.

Tra questi troviamo la spiaggia di Vergine Maria, Barcarello, ma anche dal porticciolo di Sant’Erasmo all’inizio di quello della Bandita. Altri divieti di balneazione in diversi porticcioli delle borgate marinare palermitane. Saranno diversi i chilometri di spiaggia e di coste vietate con l’inizio della stagione balneare che scatterà il prossimo 1 maggio per concludersi il 31 ottobre.

I tratti di mare e costa non balneabili per inquinamento

I tratti di mare e di costa non balneabili per inquinamento sono: Spiaggia Vergine Maria, Barcarello, 100 metri ovest sbocco Ferro di Cavallo Locamare (Mondello), dalla fine del porto di S. Erasmo all’inizio del porto della Bandita, dalla fine del porto della Bandita al Lido Olimpo e Lido Olimpo medesimo.

Per un totale di quasi 8km (7.910 metri per la precisione) negati ai cittadini per l’inquinamento delle acque.

Balneazione negata altrove

Inoltre, è vietata la balneazione “per altri motivi”, nei seguenti tratti di mare e di costa: porticciolo di Sferracavallo, porto Fossa del Gallo, porto di Mondello, porto dell’Addaura, dal porto di Vergine Maria al porto S. Erasmo compreso il porto di Palermo, porto della Bandita. Anche in questo caso, si tratta di diversi km interdetti ai cittadini: 8,3 km netti per la precisione.

L’ordinanza

Qui di seguito il testo dell’ordinanza. “Vista la direttiva comunitaria 2006/7/Ce del 15 febbraio 2006 relativa alla gestione della qualità delle acque di balneazione, recepita in Italia dal Decreto Legislativo N 116 del 30/05/2008, con il quale sono state determinate le caratteristiche delle acque di balneazione e disposto l’obbligo per i Comuni di delimitare, prima dell’inizio della stagione balneare, le zone non adibite alla balneazione ricadenti nel proprio territorio, e di provvedere all’approvazione nelle zone interessate, di idonea segnaletica che indici i divieti di balneazione, in conformità a quanto disposto dall’apposito provvedimento regionale;

Visto il decreto del ministero della Salute e del ministero dell’Ambiente e Tutale del territorio e del Mare del 30/03/2010 che definisce i criteri per determinare il divieto di balneazione, nonché le mobilità e le specifiche tecniche per l’attuazione del D.Lgs n. 116 del 30/05/2008;

Visto il decreto dell’assessorato alla Salute – dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico n’225 del 24/03/2022 con il quale sono stati individuati, per la stagione balenare 2022, i tratti di mare balneabili, soggetti a monitoraggio periodico e riportati negli allegati da 1 a 8F, e i tratti di mare non adibiti alla balneazione, indicati negli allegati da 1 a 8/ da A ad E relativi a ciascun ambito provinciale;

Visto l’allegato 5/A del decreto dell’assessorato alla salute dipartimento attività sanitaria ed osservatorio epidemiologico n.225 del 24/03/2022, nel quale sono indicati i tratti di mare e di costa non balneabili per inquinamento, lungo la costa del territorio del Comune di Palermo di seguito descritti:

  • Spiaggia Vergine Maria – Addaura 400 metri
  • Via Barcarello – Sferracavallo, 250 metri
  • Ovest Sblocco Ferro di Cavallo Lungomare – Mondello, 300 metri
  • Da fine Porto S. Erasmo a inizio Porto Bandita (Inclusa area p.d.p. via Messina Marine 328), 3.700 metri
  • Da fine porto Bandita a Lido Olimpo, 2.500 metri
  • Lido Olimpo, 760 metri.

Tratti di mare e di costa non adibiti alla balneazione per altri motivi

  • Porticciolo Sferracavallo, 700 metri
  • Porto Fossa del Gallo, 250 metri
  • Porto di Mondello, 200 metri
  • Da Porto Vergine Maria a Porto S. Erasmo compreso il porto di Palermo 6.950 metri
  • Porto Bandita 200 metri.

Preso atto che la stagione balneare inizierà l’1 maggio e avrà termine il 31 ottobre, come stabilito dall’art 1 del D.D.G. n.225 del 24/03/2022 dell’assessorato regionale della Salute;

Propone, al fine di tutelare la salute pubblica, il divieto di balneazione dell’1 maggio 2022 al 31 ottobre 2022, nei tratti di mare antistanti la costa del territorio del Comune di Palermo sopra indicati.

All’Amat – Servizio Segnaletica, congiuntamente alla Polizia Municipale di provvedere alla delimitazione delle zone sopra descritte con l’apposizione, entro l’1 maggio 2022, di appositi cartelli di divieto di balneazione, che dovranno essere metallici, in numero adeguato e posizionati in aree facilmente visionabili, con indicazioni espresse almeno in due lingue;
– di pubblicare la presente Ordinanza sul sito internet istituzionale del Comune di Palermo;
– di trasmettere la presente Ordinanza al Ministero della Salute, al Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, all’Assessorato Regionale della Salute Dipartimento Regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico, all’Assessorato Regionale Turismo e Ambiente, al Dipartimento di Prevenzione e al Laboratorio di Sanità Pubblica dell’Asp 6 e all’Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente.
Si fa carico alla Polizia Municipale di vigilare sul rispetto della presente Ordinanza”.