Il Collegio di Garanzia dello Sport dà il definitivo via libera ai play-off di Serie B. Con decreto monocratico il presidente Franco Frattini ha rigettato il ricorso del Palermo contro l’ordinanza della Corte Federale d’Appello, che ieri aveva deciso di non rinviare l’avvio dei playoff in attesa della discussione nel merito del ricorso presentato dalla società rosanero, retrocessa all’ultimo posto del campionato di Serie B dalla sentenza del Tfn. Stasera, dunque, Spezia e Cittadella scenderanno in campo alle 21 nel primo match del primo turno del play-off.

Considerato che – scrive il presidente del Collegio di Garanzia dello Sport Franco Frattini nel suo dispositivo – in questa fase di sommaria delibazione, le questioni sollevate circa la competenza del collegio di Garanzia dello Sport e le altre questioni dedotte dalle parti non consentono l’assunzione di un provvedimento inaudita altera parte, senza l’audizione del collegio in camera di consiglio; ritenuto, pertanto, che non ricorrono le condizioni per la concessione del provvedimento cautelare richiesto; respinge l’istanza cautelare invocata.

E’ stata, dunque, inutile la notte insonne dello staff di avvocati del Palermo calcio che ha presentato stamane ricorso cautelare al collegio di garanzia del Coni per la “sospensione inaudita altera parte dell’esecutorietà della decisione presa ieri della corte federale di appello”.

La società di viale del Fante era così passata al contrattacco dopo che la corte federale di appello aveva respinto ieri l’istanza di rinvio cautelare di play-off e play-out che era stata presentata dal Palermo mercoledì.

Lo staff di legali rosanero formato da Francesco Pantaleone, Antonino Gattuso, Francesca Trinchera, Gaetano Terracchio e Francesco Di Ciommo aveva ravvisato gli estremi per chiedere che vengano interrotti i play-off che dovrebbero scattare oggi alle 21 con la disputa della prima delle due partite preliminari previste fra Spezia e Cittadella.

Il collegio di garanzia del Coni adesso ha sancito la legittimità del provvedimento adottato dal consiglio di Lega di B di annullare la disputa dei play-out vista la retrocessione del Palermo in Serie C stabilita dalla sentenza di primo grado del tribunale federale nazionale.

Il Collegio di Garanzia dello Sport ha anche respinto il ricorso del Foggia: per la società pugliese resta la penalizzazione di sei punti nel campionato di Serie B appena concluso.

LEGGI ANCHE

I MOTIVI DELLA RETROCESSIONE DEL PALERMO CALCIO

C’E’ UNA PALERMO DEL BASKET CHE PUO’ ANDARE IN SERIE A1