Il gup di Palermo Marco Gaeta ha prosciolto dall’accusa di diffamazione aggravata del prefetto Antonella Demiro, Enrico Colajanni, ex presidente dell’Associazione Libero Futuro.

A denunciare il responsabile dell’associazione antiracket è stata lo stesso prefetto che aveva cancellato dall’elenco delle associazioni antiracket Libero Futuro, sostenendo che avesse appoggiato vittime di mafia poi ritenute contigue a Cosa nostra. Colajanni aveva duramente criticato la decisione in diverse interviste.

Il suo legale, l’avvocato Andrea dell’Aira ha sostenuto che il suo assistito avesse semplicemente manifestato il suo pensiero senza intenti diffamatori.