Dieci su dieci. Il Palermo batte per 6-0 il Corigliano Calabro e continua inarrestabile la sua marcia a punteggio pieno nel girone I del campionato di Serie D.

Decidono la partita le reti di Ficarrotta, Ricciardo, autore di una doppietta, Martin, Martinelli e Sforzini. In classifica i rosanero allungano di un punto sulla seconda, adesso il Troina staccato di nove punti, per effetto del pareggio fra Savoia e Biancavilla nello scontro diretto.

Pergolizzi conferma l’impostazione della squadra che ha vinto tutte e nove le partite disputate in campionato. Nel 4-3-3 torna Ricciardo dal primo minuto in attacco con Ficarrotta al posto dell’infortunato Santana e Felici.

A centrocampo Martin in cabina di regia è supportato dalle mezzali Kraja e Martinelli, anche lui al rientro dopo la panchina di Nola. In difesa, davanti al portiere Pelagotti, Lancini e Crivello al centro con Doda a destra e Vaccaro a sinistra.

Pronti via e il Palermo si conferma la squadra che trova il gol più spesso nella prima mezzora di partita. A sbloccare la situazione è Ficarotta che da posizione centrale trova l’angolino alla destra del portiere D’Aquino con un sinistro a giro da applausi.

L’estremo difensore calabrese, però, non può nulla al trentanovesimo quando Martin dal limite scaglia un tiro imparabile che si insacca alle sue spalle e chiude il primo tempo sul 2-0.

La seconda metà della partita si apre con un’altra occasione di testa per Ricciardo e un’altra super parata di D’Aquino. Il bomber rosanero, però, si toglie la soddisfazione personale del gol all’undicesimo trasformando un calcio di rigore assegnato per fallo del portiere su Doda. La rete di fatto sblocca Ricciardo che al sedicesimo firma la doppietta raccogliendo un cross dalla destra di Ficarrotta e segnando in acrobazia.
Il Corigliano non riesce a reagire, prova a dargli fiducia una leggerezza di Doda che di petto alleggerisce all’indietro e per poco non favorisce l’inserimento di Talamo.

Prende applausi anche il portiere Pelagotti che poco prima della mezzora vola alla sua sinistra su un tiro di Catalano destinato a finire all’incrocio dei pali. Netto il divario fra le due squadre con il Palermo che alla mezzora trova anche la quinta rete con un colpo di testa di Martinelli su cross dalla sinistra di Vaccaro. Pergolizzi prova a tenere alta la concentrazione della sua squadra avvicendando qualcuno dei suoi titolari: spazio a Sforzini per Ricciardo, Mauri per Martinelli e Lucera per Ficarrotta.

L’unico cambio fatto per necessità è quello di Accardi per Lancini che ha avvertito il riacutizzarsi di un fastidio muscolare. Prima della fine spazio anche per Fallani al posto di Pelagotti. C’è gloria anche per Sforzini che poco prima dello scadere lascia la sua firma sul tabellino girando di testa in porta un cross preciso dalla sinistra di Mauri.