Il Consiglio direttivo della Lega Serie B, dopo la sentenza del Tribunale federale nazionale ovvero l’organo della giustizia sportiva che ha disposto la retrocessione del Palermo,”ha deliberato all’unanimità di renderla immediatamente esecutiva e di procedere con le partite dei playoff con le date programmate lo scorso 29 aprile.

“Le quattro squadre retrocesse in C sono dunque Foggia, Padova, Carpi (come determinato dal campo), e Palermo (come deciso dalla giustizia sportiva)”. Niente playout, quindi, e Salernitana e Venezia salve. Il Perugia parteciperà ai playoff.

LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA

I playoff di serie B, secondo quanto deciso dal consiglio direttivo del 29 aprile, cominceranno con il turno preliminare in partita unica venerdì 17 maggio e sabato 18, per concludersi con la finale che deciderà la terza squadra promossa in Serie A con Brescia e Lecce: andata giovedì 30 maggio e ritorno domenica 2 giugno.

Questo il programma: – turni preliminari, venerdì 17 maggio ore 21: Spezia-Cittadella. Sabato 18 maggio ore 21: Verona-Perugia. – semifinali di andata martedì 21 maggio ore 21: Spezia o Cittadella-Benevento. mercoledì 22 maggio ore 21: Verona o Perugia-Pescara. – semifinali di ritorno sabato 25 maggio ore 21: Benevento-Spezia o Cittadella. domenica 26 maggio ore 21: Pescara-Verona o Perugia – finale di andata (in casa della peggior classificata) giovedì 30 maggio – finale di ritorno (in casa della miglior classificata) domenica 2 giugno.

La sentenza finale cambia la classifica in testa e in coda in questo modo. Brescia e Lecce promossi in serie A;  Benevento, Pescara, Verona, Spezia, Cittadella e Perugia ai play off; Foggia, Padova, Carpi e Palermo retrocesse in serie C.

Il Palermo ha dieci giorni per fare ricorso ma le probabilità di successo appaiono remote anche alla luce dell’immediato adeguamento della classifica che difficilmente potrà essere nuovamente stravolta ma anche e soprattutto alla luce del dispositivo della sentenza

RETROCESSIONE PALERMO, PARLA IL PRESIDENTE ALBANESE