Perquisizioni anche a Palermo da parte della Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta Open. Si tratta delle indagini coordinate dalla Procura di Firenze relative alla Fondazione Open che era stata costituita per sostenere le iniziative politiche dell’ex premier Matteo Renzi. Al momento sono in corso indagini delle fiamme gialle a Firenze ma anche in altre città italiane. Secondo quanto appreso, la procura, tra i reati contestati nell’inchiesta a vario titolo, considera riciclaggio, traffico di influenze, autoriciclaggio.

Tra le città dove i finanzieri stanno eseguendo le perquisizioni ci sono Firenze, Milano, Modena, Torino, Bari, Alessandria, Pistoia, Roma, Napoli e, come detto, Palermo. Le perquisizioni eseguite sono oltre 20 e sarebbero avvenute nei confronti di imprenditori o rappresentanti legali di società i cui nomi risulterebbero tra i finanziatori dell’organizzazione politica tra il 2012 e il 2018 per sostenere le iniziative politiche di Matteo Renzi nella sua ascesa alla segreteria del Pd.

L’inchiesta sulla fondazione Open – da cui sarebbero scaturite queste perquisizioni – è emersa nel settembre scorso quando a Firenze venne perquisito lo studio dell’avvocato Alberto Bianchi, ex presidente della Open, indagato per traffico di influenze illecite. Tra i documenti che gli furono sequestrati, ci sarebbero i bilanci della Open e la lista dei finanziatori della fondazione. Open aveva sostenuto, tra l’altro, la Leopolda di Matteo Renzi.