La Polizia di Stato ha arrestato a Partinico, un 44enne, ritenuto responsabile di atti persecutori, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere.

In pieno giorno, l’uomo è stato sorpreso ad importunare in modo assillante l’ex compagna all’interno di un supermercato cittadino.

Appostamenti, telefonate, messaggi minacciosi ed oltraggiosi, a partire dal settembre 2017, come riferito dalla vittima, ne avevano minato la serenità e la stabilità, costringendola ad una alterazione delle abitudini e dello stile di vita.

Qualche giorno fa l’ultimo episodio: l’uomo ha seguito la donna e l’ha raggiunta all’interno di un supermercato dove l’ha minacciata ed ingiuriata secondo il triste clichè degli ultimi mesi.

Neanche a seguito dell’arrivo dei poliziotti del locale Commissariato di P.S. l’aggressore ha moderato la sua condotta, anzi è stato necessario che gli agenti si frapponessero alla coppia per evitare anche un’aggressione fisica oltre che verbale.

Dinanzi agli agenti lo stalker ha minacciato la donna di morte e la somma di tale comportamenti ha determinato l’adozione del provvedimento restrittivo.

Una perquisizione sull’auto dell’uomo ha consentito di rinvenire un grosso mazzuolo sulla cui provenienza il 44enne non ha saputo fornire alcuna spiegazione e che gli agenti hanno posto sotto sequestro.