Chiedono maggiori tutele per la loro categoria, leggi meno restrittive, provvedimenti che possano favorire lo sviluppo del settore. Sono i pescatori siciliani che domani si riuniranno in protesta a Palermo.

Provenienti da varie marinerie della Sicilia occidentale, da Isola delle Femmine, Arenella, Porticello, si muoveranno in corteo lungo corso Vittorio Emanuele “per chiedere finalmente che si smetta di massacrare la pesca con ordinanze assurde e ingiuste”, dicono.

La manifestazione partirà da Piazza Marina e raggiungerà Piazza Indipendenza, trasformandosi poi in un presidio permanente di fronte palazzo d’Orléans, sede della Presidenza della Regione.

“Saremo dotati di striscioni cartelli, fischietti e fiaccole – dicono – L’obiettivo è quello di ottenere in mattinata un incontro direttamente con i vertici del governo regionale, con lo stesso Crocetta o con l’Assessore Cracolici, per presentare delle richieste ben precise a tutela della categoria”.