Ha preso il via ieri all’Istituto Sperimentale Zootecnico della Sicilia, che ha sede a Palermo, il secondo step del progetto “Oltre gli ostacoli” rivolto agli adolescenti con disturbi dello spettro autistico.
Il progetto, già sperimentato con successo l’anno scorso, e che ha visto protagonisti i bambini, torna a grande richiesta da parte delle famiglie.

Bambini ed adolescenti potranno sottoporsi a sedute di pet therapy ed ippoterapia. Un progetto reso possibile dalla collaborazione e sinergia tra le associazioni e l’assessorato regionale all’Agricoltura.

Grande soddisfazione esprime l’assessore regionale al ramo Edy Bandiera: “Continua – dichiara – il percorso di riscatto e di apertura della comunità tutta e dell’istituto zootecnico, un luogo che ricorderete era ripiegato su se stesso e versava in una condizione di quasi abbandono e che invece diventa uno strumento importante per consertirci di attuare quelle politiche agricole che guardano oggi all’agricoltura come uno strumento multifunzionale che non deve occuparsi semplicemente della mera produzione della materia prima ma che può dare tanto supporto al mondo produttivo e alla comunità siciliana tutta. Ci eravamo impegnati in un primo progetto attuato, quello di andare incontro alle esigenze delle famiglie e dei bambini con autismo per promuovere tutta una serie di attività di ippoterapia e pet therapy. Visto il grande successo e vista la richiesta delle famiglie questo luogo continua nella sua strada di affermazione di un laboratorio ambientale che abbiamo attivato.
Oggi presentiamo il secondo step di questo progetto che vedrà gli adolescenti con operatori chiaramente qualificati svolgere attività importanti di carattere, ambientale, ma anche sociale, educativo, abilitativo.
In questa terra si fa agricoltura anche abbracciando in maniera diretta i temi del sociale. L’agricoltura diventa quindi nobile e virtuosa”.

Giuseppe Labita, presidente di People Help The People spiega: “Questo progetto è l’esempio di quello che ispira People Help The People nei suoi processi di facilitazione dei percorsi umani. Abbiamo attivato questo meccanismo di collaborazione già collaudato lo scorso anno con i bambini, adesso partiamo con gli adolescenti e grazie al lavoro fatto con Parlautismo e le altre associazioni coinvolte dal progetto abbiamo messo insieme il pubblico e il privato per ottenere dei percorsi virtuosi dove il progetto si fa per le persone e non per i progetti”.

Rosi Pennino, presidente di Parlautismo racconta la genesi del progetto: “Era il 2 aprile di quest’anno e in occasione della Giornata mondiale dell’Autismo, le famiglie hanno chiesto con forza all’assessore Bandiera di mantenere la promessa dell’avvio della seconda start up di laboratorio ambientale presso l’Istituto zootecnico di Palermo. Un laboratorio ambientale che è fatto anche di terapia assistita con gli animali, con i cani e con i cavalli, ippoterapia e pet therapy.
Un laboratorio questa volta rivolto nella seconda start up agli adolescenti in un luogo che cambia finalmente la sua missione, la modifica e la amplia. Ormai da anni noi famiglie cerchiamo di far comprendere alle istituzioni quanto l’agricoltura, la terapia assistita con gli animali e tutte quelle attività che prevedono l’inclusione nella vita reale facciano bene ai nostri figli“.

Un aspetto che è importante sottolineare è quello relativo alla gratuità delle attività di pet therapy ed ippoterapia eseguite all’Istituto Zootecnico. Per la prima volta, le famiglie non dovranno pagare di tasca propria una terapia altamente efficace ma ancora poco conosciuta ed applicata che si spera, con questo ed analoghi progetti, possa avere sempre maggiore diffusione.