Antonino Lollo e Angela La Monica vincolo la “Half Marathon Perla del Tirreno” di Cefalù. La manifestazione è stata valida come sesta prova del GP regionale ed è stata organizzata in sinergia dalla Murialdo Cefalù e dall’Universitas Palermo.

Un pubblico delle grandi occasioni è accorso per la seconda edizione della Half Marathon Perla del Tirreno, che si è disputata ieri a Cefalù. Oltre 700 gli atleti in gara per una kermesse che non è solo sport ma è anche arte, cultura e tradizione.  Quattro giri da 5.274,25 metri, partenza e arrivo dal lungomare Giardina e tuffo nel cuore del centro storico normanno.

A vincere è stato Antonino Lollo, tesserato per l’Atletica Bergamo 1959,  messinese di Campofelice di Fitalia, da anni trapiantato a Bergamo. L’atleta, quest’anno già primo alla mezza maratona in notturna di Capo d’Orlando, ha fatto gara a se, chiudendo con il tempo di 1h10’59.  Tre minuti sopra il suo personal best, ma sempre un buon test in vista degli italiani assoluti che quest’anno di disputeranno il 20 ottobre a Palermo. Seconda piazza per Lorenzo Abbate dell’Universitas Palermo (secondo anche lo scorso anno a Cefalù). L’atleta di Partinico non ha avuto grosse difficoltà a chiudere il piazzamento d’onore fermando il suo crono a 1h15’53. Gradino più basso del podio per Vito Massimo Catania (l’anno scorso primo a Cefalù) con il tempo di 1h17’22. Quarto Salvatore Pecoraro (Universitas Palermo) in 1h18’06 e quinto Benedetto Farraguto (Club Atletica Partinico) in 1h19’44.

Bella e avvincente la gara delle donne con la vittoria (prima quest’anno in una 21,097 km) per Angela La Monica (Marathon Caltanissetta) che l’ha spuntata su Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo) dopo uno spalla a spalla durato per oltre tre quarti di gara, chiudendo in 1h29’30. Più tonica e fresca Angela La Monica nella parte finale della sfida, quando l’ultimo passaggio nel cuore del centro storico, e il caldo, hanno fatto la selezione decisiva, staccando la partinicese di 38 secondi. Terzo posto, più staccata, per la regolarissima Rosaria Patti (Trinacria Palermo) in 1h34’39. Quarta Carmelinda Raimondi (Runcard) in 1’37’18, quinta Sabrina Sammartino (Club Atletica Partinico) 1h39’06.

Come lo scorso anno si è svolta anche la 10,5 km, una non competitiva che ha visto tagliare il traguardo per primi Giuseppe Laudicina (L’Atleta Palermo) tra gli uomini e Katia Gianò (GS Indomita) tra le donne.

Consegnate anche le maglie Oro di tappa che sono rimaste ben solide sulle spalle di Lorenzo Abbate e Angela La Monica. Colonna sonora della manifestazione la Banda della Brigata Meccanizzata “Aosta”, della Fanfara del 6° Reggimento Bersaglieri di Trapani ad aprire la manifestazione. Tutta la gara è stata seguita in diretta streaming sulla pagina ufficiale della Mezza Maratona di Cefalù e sulla pagina Feel Rouge.

Prossimo appuntamento con il GP regionale di mezza maratone a Riposto il 3 novembre con la Maratonina Blu Jonio.