Con l’approvazione dell’art.22 della finanziaria opportunamente rivisitato grazie ad un emendamento dell’On. Turano, sottoscritto e condiviso da quasi tutta l’aula, si aprono le porte per la stabilizzazione dei circa 5300 lavoratori ASU utilizzati da enti pubblici e privati .

Il Segretario Confintesa Palermo e Sicilia, Domenico Amato, dichiara: “Un passo certamente importante di una vicenda che ci ha sempre visto in prima linea a lottare a difesa di questa platea. Nessuno accampi alibi adesso e le istituzioni per quanto di propria competenza si attivino sin da subito per dare attuazione e concretezza a questa norma. Troppo spesso in passato questa categoria è stata beffata da falsi proclami e da provvedimenti normativi di facciata.”

Il Commissario Confintesa delle Autonomie Locali, Antonio Russo, aggiunge: “Già in questo ultimo stralcio di legislatura ci aspettiamo che quanto approvato ieri pomeriggio all’ARS produca qualcosa di serio e concreto a partire da tempestivi provvedimenti a favore di tutti quei lavoratori ancora “prigionieri” di cooperative ed altri enti privati.”

Il Coordinatore Provinciale Confintesa per i Precari, Rosario Greco, invita l’Assessorato al Lavoro ad un incortro urgente: “Contiamo quanto prima di incontrare l’Assessore al Lavoro Dott.ssa Carmencita Mangano invitandola a mettere in moto la struttura assessoriale al fine di produrre i primi effetti pratici e tangibili di quanto approvato dal parlamento regionale.”

(foto tratta dal web)