Antonio Lo Coco, presidente dell’Unione Industriali di Confcommercio Palermo e titolare dell’azienda ittica Blu Ocean, ha ricevuto il ministro per le Politiche Agricole Teresa Bellanova  nello stabilimento produttivo di Casteldaccia.

Al ministro, che ha visitato l’azienda che conta 85 dipendenti, Lo Coco ha rappresentato la delicata situazione del comparto della pesca che sta subendo molte restrizioni dell’attività rispetto ad altre marinerie europee.

“Fare impresa non dev’essere un’impresa – ha detto Lo Coco nel corso della visita -. Già la Sicilia è fortemente penalizzata a livello logistico poiché per fornire i principali mercati commerciali deve far fronte a spese superiori rispetto ad altre imprese italiane o addirittura del nord Europa”.

Lo Coco sottolinea le principali criticità. “La pressione fiscale, oltre ad alcune questioni specifiche nel comparto della pesca e della trasformazione ittica come quello ancora aperto delle “quote tonno”, rendono estremamente difficile il nostro compito e ci auguriamo che le istituzioni possano starci accanto”.

Numerose le proposte avanzate da Antonio Lo Coco: rilanciare il mercato ittico attraverso la costituzione di consorzi; detassare il costo del lavoro; prezzi agevolati per l’acquisto dei carburanti per le imprese ittiche e i pescherecci; agevolazioni fiscali; revisione delle politiche comunitarie secondo analisi specifiche e una politica sulla pesca uniforme in tutto il Mar Mediterraneo.

“Sogniamo una Sicilia – ha concluso il presidente dell’Unione Industriali – che abbia un ruolo cruciale al centro del Mediterraneo, volano di sviluppo, crescita e benessere, potenziando tre settori che possono essere punti chiave per lo sviluppo dell’isola come la pesca, l’agricoltura e il turismo. Siamo certi che questo Governo prenderà a cuore le richieste di questa regione e, in sinergia con la comunità europea e con le altre istituzioni, saprà ridare dignità alle persone di buona volontà che vivono in questo territorio”.