I dati  sul Mezzogiorno che emergono dal rapporto annuale dello Svimez confermano un divario crescente e testimoniano il fallimento delle politiche di coesione fin qui messe in campo”.

Dichiarano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di AnciSicilia commentando i dati sullo stato dell’economia e dei servizi nel Mezzogiorno, illustrati stamattina alla Camera dei Deputati dal direttore Svimez, Luca Bianchi.

“Dinnanzi a tale situazione drammatica, che incide prima ancora che sull’economia sulla durata e sulla qualità della vita – continuano Orlando e Alvano – bisogna evitare il concreto rischio che la reazione della classe politica sia quella dell’assuefazione”.

“Ribadiamo con forza che per creare sviluppo – conclude il presidente Orlando – occorre intervenire con misure ordinarie sul fronte delle infrastrutture e della semplificazione amministrativa e con misure straordinarie sul piano degli incentivi fiscali. Occorre incidere anche sul piano normativo a partire dalla regolamentazione in materia di enti locali, diversificando le scelte in materia finanziaria e di organizzazione a partire dalle modalità di attuazione del federalismo fiscale”.

“Per invertire questa tendenza, ormai consolidata – continua il presidente Orlando – rivolgiamo una forte sollecitazione al neo Ministro per il Sud e la Coesione territoriale ad intervenire ponendo una maggiore attenzione alle amministrazioni comunali che sono i veri soggetti di coesione territoriale”.