Scoperto un altro caso di furbetti del reddito di cittadinanza e questa volta a Borgetto, nel palermitano. Due persone, marito e moglie, sono stati denunciati dai carabinieri perchè percepivano il reddito di cittadinanza senza aver  comunicato una variazioni di reddito, al fine di conservare i requisiti di accesso al reddito di cittadinanza.

Come riporta il Giornale di Sicilia, G.V., 51 anni e il marito N,M., di 56 anni  sono stati sottoposti ad un controllo finalizzato ad accertare eventuali abusi edilizi. I militari hanno individuato l’uomo mentre eseguiva regolari lavori di manutenzione ordinaria all’interno di un’abitazione di terzi, a Borgetto.

Dopo alcuni accertamenti amministrativi i militari hanno scoperto che la coniuge beneficiava del reddito di cittadinanza da maggio ma aveva omesso di comunicare all’Inps le variazioni di reddito del nucleo familiare che ora è abbondantemente arrotondato dall’attività lavorativa, regolarmente in nero, di muratore svolta saltuariamente dal marito. Quindi nella casse della famigliola entrava un importo complessivo pari a circa 1.330 euro.

Ora marito e moglio possono dire addio al beneficio e alla carta del reddito di cittadinanza.