Un ragazzo di 30 anni di San Cipirello (Pa) è stato denunciato dai carabinieri perché accusato di minaccia aggravata e porto abusivo di arma. Il giovane, al culmine di un diverbio sorto per una precedenza, avrebbe puntato una pistola contro una donna. Il trentenne, un disoccupato  di Partinico ma residente a San Cipirello, è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Partinico.

Ieri nel trafficatissimo viale Aldo Moro di Partinico l’uomo si trovava alla guida di un furgone quando ha dovuto frenare violentemente per evitare l’incidente con un’automobile guidata da una donna di Borgetto. Di li a poco ne sarebbe sorta una discussione  quando il trentenne, tornato nel furgone, avrebbe estratto una pistola puntandola al volto della casalinga. Dalle indagini è poi emerso che si sarebbe trattato di una pistola a salve.

In seguito alla denuncia della donna contro l’uomo i carabinieri delle stazioni di San Giuseppe Jato e di Altofonte, con la collaborazione dei colleghi della compagnia di Monreale, hanno eseguito una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’indagato rinvenendo e ponendo sotto sequestro una pistola revolver «calibro 380» a salve. L’uomo è stato successivamente deferito all’autorità giudiziaria.