Non c’è pace per gli ex Pip. I precari non potranno vedere un percorso di stabilizzazione ancora per chissà quanto tempo e comunque non prima della fine di gennaio del nuovo anno. Lo si evince dalle parole pronunciante a margine delle audizioni in commissione bilancio e programmazione sulla problematica dei lavoratori del bacino Emergenza Lavoro dal Presidente Riccardo Savona che toglie ogni dubbio sul perché dello stop “il percorso di stabilizzazione ai sensi dell’art.64 della legge regionale 8/2008 per essere attuato deve superare ancora due passaggi fondamentali:la parifica del Rendiconto da parte della Corte dei Conti e la pronuncia della Consulta prevista per il 13 gennaio”.

“E’ stata una giornata in commissione improntata sulla chiarezza,alla presenza dell’Assessore al lavoro,del Dirigente Generale del Dipartimento lavoro e dei rappresentanti delle sigle sindacali sul processo di stabilizzazione di questi lavoratori; il cosiddetto bacino “Emergenza Palermo”.

Si è ribadito che il transito dei lavoratori alla Resais può avvenire solo se si superano questi due scogli: la certezza del quadro finanziario che si avrà solo dopo la parifica;  e superare il vaglio costituzionale della legge.

“Per tutto ciò la commissione bilancio – conclude il Presidente Savona – vigilerà sull’iter previsto con la speranza che si superino i prossimi step,determinanti per l’attuazione dell’art. 64 della Legge 8”