Lunedì 18 aprile, alle ore 9, i giovani studenti delle scuole puliranno la lapide commemorativa di Pio La Torre e Rosario Di Salvo in via Li Muli (presso Piazza Turba). Le scuole che hanno adottato il luogo dell’eccidio sono l’elementare “Ragusa-Moleti”, l’I.C “Pestalozzi-Cavour”, l’ICS Perez – Madre Teresa di Calcutta, l’IIS Vincenzo Ragusa-Otama Kiyohara, Filippo Parlatore, l’ITET “Pio La Torre”. Saranno presenti il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il presidente della IV circoscrizione, Silvio Moncada e il presidente del Centro Pio La Torre, Vito Lo Monaco.

Nell’occasione l’Amministrazione comunale di Palermo siglerà il protocollo d’intesa con il Centro Pio La Torre, sulla scia di quello già siglato con altri comuni siciliani.

In particolare, il protocollo prevede, tra le altre, attività di Assistenza antiracket, antimafia e antiusura; un servizio legale e gratuito patrocinio per la costituzione civile in giudizio per eventuali procedimenti giudiziari che coinvolgono il territorio; attività formativa-culturale con gli studenti; attività di studio e ricerca; attivazione di apposita applicazione sul sito del Comune per informare, ricevere feedback sul gradimento delle iniziative, consentire la partecipazione dei cittadini attraverso apposite sezioni di “proposte” su tematiche ed ulteriori iniziative da attuare e/o potenziare; seminari formativi sulla trasparenza e contrasto della corruzione nella P.A; utilizzo dei beni confiscati alla mafia; selezione contraenti e procedure di appalti forniture e servizi; legalità sul territorio comunale, autorizzazioni, licenze, contrasto al degrado urbano; obblighi in materia di trasparenza e contrasto alla corruzione.