La campagna di meccanizzazione agricola dell’Esa comincerà il 17 febbraio e saranno garantire agli operai 179 giorni di lavoro. E’ quanto stabilito da un accordo con i sindacati siglato nel giorni scorsi all’assessorato regionale all’agricoltura.

Soddisfatte Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil regionali “perché l’intesa- dicono i segretari regionali Tonino Russo, Pierluigi Manca, Giuseppe La Bua – consentirà il ritorno al lavoro di 450 stagionali impegnati in una importante attività di servizio all’agricoltura.

Ai lavoratori sarà peraltro applicato- aggiungono- il nuovo contratto di lavoro sottoscritto nel 2017”.

Russo, Manca e La Bua rilevano la “sensibilità mostrata dal direttore generale Nicola Caldarone rispetto alle
problematiche del settore e sottolineano che “la battaglia sindacale per la stabilizzazione dei lavoratori naturalmente continua”.