Assenza di avvisi acustici per i ciechi ai binari con pericolo di investimento. Assenza di braille alle macchinette dei biglietti, percorso tattile che finisce contro le barriere o comunque non adeguato. Spazio insufficiente per il passaggio delle carrozzine. La metropolitana di Palermo, stracolma di barriere architettoniche, non è a misura di disabili.

E’ il risultato di una ispezione parlamentare nelle stazioni e sui vagoni svoltasi stamattina. A partecipare il deputato nazionale di Ala Saverio Romano, il deputato regionale di Udc Totò Lentini, Ada Orsatti, non vedente e presidente di Aila, Associazione italiana Lotta abusi, Salvatore Bravo, referente regionale di Aila e sua figlia Margherita Bravo, madre di un minore disabile in carrozzina. LEGGI L’ESITO DELL’ISPEZIONE.