Anche i 119 collaboratori scolastici della provincia di Palermo saranno stabilizzati grazie ad un emendamento inserito nella manovra di bilancio dello Stato approvato al Senato.  Lo rende noto Lo a Edy Tamajo, deputato regionale di Italia Viva.

“E’ stata trovata la soluzione normativa per i 119 collaboratori scolastici della provincia di Palermo che erano rimasti fuori dalle precedenti stabilizzazioni”, afferma. Grazie all’emendamento si pone fine alla discriminazione che escludeva i lavoratori dal percorso di trasformazione a tempo indeterminato del contratto di lavoro. “Ringrazio la delegazione di Italia Viva – continua Tamajo – e soprattutto il senatore Faraone per l’impegno mostrato e la determinazione con la quale ha fatto esaminare ed approvare l’emendamento in commissione Bilancio di
palazzo Madama”.

In Sicilia sono in tutto 952 i collaboratori che saranno assunti con contratto a tempo indeterminato. Il 6 dicembre scorso è stato pubblicato il bando che permette l’internalizzazione degli ex-LSU e dei lavoratori degli appalti storici nei ruoli di collaboratori scolastici della scuola statale. Il bando prevede la stabilizzazione per coloro che hanno maturato almeno 10 anni, anche non continuativi, nei quali devono essere inclusi gli anni 2018 e il 2019.

Anche Uil e UilTemp Sicilia esultano alla notizia dell’approvazione al Senato dell’emendamento inserito nella manovra di bilancio che prevede la stabilizzazione di tutti i 119 ex lavoratori socialmente utili  esclusi dall’immissione nei ruoli.”Oggi è un giorno di festa per queste famiglie che troveranno sotto l’albero di Natale un bel regalo – dicono i  segretari Gianni e Danilo Borrelli -. Siamo felici di aver contribuito a dare serenità lavorativa a 519 lavoratori vessati e utilizzati per 20 lunghi anni. Lottiamo per questi lavoratori dal 2014, siamo stati gli unici a credere in questa vertenza e a chiedere da subito la stabilizzazione”.