Giornata di mobilitazione degli studenti universitari di Palermo per difendere il proprio diritto al posto letto e alle borse di studio. Fin dalle prime ore della mattina viale delle Scienze ha visto centinaia di studenti universitari partecipare al corteo promosso dal Comitato spontaneo di mobilitazione studentesca.

Sono state diverse centinaia gli accademici che si sono radunati di fronte l’ex Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Unipa, per poi muoversi verso piazza del Parlamento, sede dell’Ars. Sono state tante le bandiere della Sicilia e numerosi i fischietti che hanno accompagnato i cori che in maniera netta esprimono le istanze dei giovani manifestanti, “Senza diritti e senza dignità questa non è la mia Università”, “Borse di studio ed alloggi decenti è questa la lotta degli studenti”.

Mentre all’Ars alcuni rappresentanti della mobilitazione hanno partecipato alla seduta della V Commissione Cultura, Formazione e Lavoro, tutti gli altri studenti li hanno attesi in piazza del Parlamento alternandosi in diversi interventi al microfono. La commissione è stata indetta in seguito alla protesta #idoneiallostudio che nel corso di tutta la scorsa settimana ha rivendicato con determinazione il diritto a un posto letto e alla borsa di studio. Sono stati inviati Roberto Lagalla, assessore regionale all’Istruzione, Salvatore Taormina, dirigente generale Dipartimento regionale istruzione e formazione professionale e Giuseppe Amodei, commissario straordinario Ersu di Palermo.