“Sono molto soddisfatta – afferma l’on. Giusy Savarino, presidente della IV Commissione – della sinergia tra parlamento e governo che, sotto la mia presidenza della IV Commissione,  si è creata. Abbiamo approvato una legge che consente il rinnovo delle concessioni demaniali marittime dando serenità ad un comparto che dà lavoro a migliaia di dipendenti.
E non solo, abbiamo definito la legge di riforma urbanistica attesa da più di 40 anni. La legge ora dovrà fare un breve passaggio in bilancio, poi sarà pronta per l’aula. E’ una legge importante e che parla alle future generazioni, preservando l’ambiente ma ponendo le basi per rilanciare il settore dell’edilizia.  Sono sicura – conclude – che i colleghi in aula apprezzeranno il nostro lavoro e che, quindi, a breve potremo dire con orgoglio che finalmente  in questa legislatura la Sicilia diventa una regione più moderna ed al passo con i tempi sul tema dell’urbanistica.”

Piena soddisfazione per i DDL approvati anche da parte dell’assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro.

“Desidero ringraziare – dichiara l’assessore Cordaro – la presidente Savarino e i colleghi della Commissione Ambiente all’Ars per il decisivo contributo apportato a due disegni di legge di grande valenza economica e sociale, in termini di rapidità e di merito. Grazie all’iniziativa legislativa del governo Musumeci, la Sicilia, dopo oltre 40 anni, si doterà di una nuova legge urbanistica, che consentirà un approccio al governo del territorio moderno e ecosostenibile.
D’altro canto, l’estensione delle concessioni demaniali al 2033 – conclude l’assessore – darà nuovo smalto e certezza del diritto ad un settore vitale per la nostra economia, che garantisce occupazione e stabilità ad oltre centomila siciliani!”.

Cna Balneari Sicilia esprime grande soddisfazione per l’approvazione di ieri del disegno di legge di recepimento delle previsioni della legge di bilancio 2018 sull’estensione delle concessioni balneari in Sicilia per 15 anni.
“Si tratta di un fondamentale passaggio quello che si è consumato ieri a Palazzo dei Normanni, a cui va dato merito al presidente della Commissione Ambiente all’Ars, Giusy Savarino, e a tutti i componenti – afferma il coordinatore regionale di CNA Balneari, Gianpaolo Miceli – adesso si aprono le porte dell’Aula per l’approvazione del provvedimento, il cui esito positivo sarà necessario per salvaguardare il comparto delle imprese balneari dell’isola e facilitare grandi investimenti per i prossimi anni. A questo punto come ampiamente invocato – aggiunge Miceli – auspichiamo che il testo arrivi presto a sala d’Ercole in modo da dare certezze al settore, favorire una mappatura delle concessioni e porre le basi per una virtuosa revisione del demanio marittimo tenendo come faro la tutela ambientale, la valorizzazione del territorio e dell’economia dell’Isola”.

E soddisfazione e apprezzamento esprime anche il segretario regionale di Cna Sicilia, Piero Giglione, per il passo avanti che è stato compiuto nell’interesse degli operatori del settore con evidenti ricadute sul terreno sociale, produttivo ed occupazionale. E’ una battaglia che portiamo avanti da tempo e adesso si intravede il traguardo. Continueremo ad essere vigili, ad offrire il nostro contributo alle Istituzioni e a promuovere incontri nei territori assieme all’intera Commissione Ambiente. Faremo la prima tappa ad Agrigento”.