“Convocherò il Consiglio di presidenza e proporrò l’abolizione totale dei vitalizi‘. Cosi’ il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, conversando con i giornalisti nella bouvette di Palazzo dei Normanni.

“Visto che per il presidente Musumeci il taglio del 50% è poco vediamo chi vince in demagogia” aggiunge, beffardo, il presidente dell’Ars.

Ma prima di tutti gli stessi azzurri prendono sul serio la proposta un po’ provocatoria del Presidente “Noi di Forza Italia condividiamo pienamente la proposta del Presidente Micciché che mira alla totale abolizione dei Vitalizi. Qui dunque andiamo oltre la proposta di riduzione per allinearci al resto del Paese, faremo di più: al prossimo Consiglio di Presidenza ne proporremo la soppressione” scrive in una nota il Presidente del Gruppo di Forza Italia al Parlamento Siciliano, Tommaso Calderone.

Di fatto una presa di posizione che punta a tagliare corto su tutte le polemiche con Roma, con i 5 stelle, con l’opposizione ed perfino con lo stesso governo Musumeci dopo mesi (se non anni) durante i quali il Presidente dell’Ars si è battuto per mantenere un equilibrio fra le esigenze di risparmio e quelle mdi remunerazione considerando solo demagogico un simile provvedimento.

“Finalmente la via maestra del taglio netto e definitivo dei vitalizi viene recepita dalla sordità istituzionale che negli ultimi mesi ha fatto orecchie da mercante verso la voce unanime dei siciliani – commenta Vincenzo Figuccia deputato dell’Udc all’Ars e leader del Movimento Cambiamo la Sicilia che prosegue – sono soddisfatto che il presidente dell’Assemblea si sia accodato non senza qualche stupore dal momento che sino a poche ore fa affermava l’esatto contrario. Ciononostante, se questa contraddittorietà è necessaria per aver raggiunto l’esito sperato ed evitare che alla Sicilia ammanchi un trasferimento di oltre 60 milioni, ben venga. Spero che abbia la capacità di prendere seriamente la vicenda e che non sia una delle sue solite carnevalate delle quali francamente, possiamo fare a meno”