Una donna di 40 anni di Vittoria si trova ricoverata all’ospedale Guzzardi di Vittoria a seguito delle lesioni provocate dal compagno che l’avrebbe picchiata. Sulla vicenda è stata aperta una indagine dalla polizia che ha identificato il presunto aggressore per essere interrogato.

La posizione dell’uomo è al vaglio degli inquirenti che ascolteranno la testimonianza della compagna per avere certezze su quanto accaduto. Stando alle prime informazioni, la donna non corre pericoli di vita, ha rimediato delle contusioni giudicate guaribili in pochi giorni ma difficilmente potrà dimenticare quell’aggressione, che avrà delle conseguenze psicologiche.

A Palazzolo Acreide, nel Siracusano, i carabinieri  hanno tratto in arresto G.M., cinquantenne palazzolese, con precedenti penali, raggiunto da un’ ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Siracusa su richiesta della Procura.

L’uomo nei mesi scorsi, al termine delle indagini condotte dai militari, era stato già sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare, in quanto ritenuto autore di maltrattamenti verso familiari. Nonostante la misura, avrebbe continuato a molestare ed a minacciare i conviventi, i quali si sono presentati nella caserma della stazione di Palazzolo per denunciare il comportamento del cinquantenne.

Precedentemente, è stato arrestato dai carabinieri di Siracusa M.G., 48 anni, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa. L’uomo sconterà una condanna pari a 4 anni, 5 mesi e 11 giorni di reclusione in quanto accusato di  di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e violazione di domicilio.

I fatti risalgono al 2016, quando l’uomo, con precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, venne arrestato in dai carabinieri di Catania in quanto aveva abusato di una donna cui era legato da una relazione sentimentale durante la quale avevano avuto anche un figlio.