• Blitz dei carabinieri in una villetta a Marina di Ragusa dove era in corso un droga party
  • Sette giovani sono stati sanzionati per violazione delle norme anti Covid19
  • A Vittoria, scoperta una performance di un’auto guidata da un minore

I carabinieri della Compagnia di Ragusa hanno interrotto un droga party organizzato in una villetta a Marina di Ragusa. Nel corso del controllo, scattato dopo una segnalazione di un vicino allarmato per un possibile furto, i militari hanno bloccato 7 giovani

Sanzioni per i giovani

I sette ragazzi si trovavano in quell’abitazione, oltre le 22, in pieno coprifuoco, inoltre, secondo la ricostruzione dei militari del comando provinciale di Ragusa, erano assembrati, incuranti delle norme per il contenimento dell’emergenza sanitaria. “Per tutti sono ovviamente scattate le sanzioni per l’inosservanza della normativa anti Covid unitamente ai verbali per le violazioni in materia di stupefacenti” fanno sapere i carabinieri di Ragusa.

Assembramenti a Vittoria

I militari della Compagnia di Vittoria sono intervenuti all’interno dell’ex campo di concentramento adiacente alla fiera “Emaia” dove un gruppo di giovani stava assistendo alle spericolate evoluzioni di un’auto che si è scoperto poi essere condotta da un  minorenne. Tutti i ragazzi presenti sono stati identificati e condotti nella caserma della Compagnia di Vittoria: sono state emesse  le multe “per la violazione del divieto di uscita dalla propria abitazione oltre le ore 22 in aggiunta alle infrazioni commesse al codice della strada” spiegano dal comando provinciale dei carabinieri di Siracusa. Sempre a Vittoria, i militari sono intervenuti in via Roma dove sono state sanzionate 5 persone, tutte di origine nordafricana.

Il bilancio

La scorsa settimana  i militari del comando provinciale di Ragusa hanno controllato complessivamente 804 persone e 106 esercizi pubblici elevando in totale 22 sanzioni per violazione delle norme anti Covid19. “La maggior parte delle persone sanzionate infatti sono state sorprese a circolare oltre le ore 22 senza giustificato motivo, altri, per non indossavano la mascherina o prendevano parte ad assembramenti senza rispettare il distanziamento sociale” spiegano dal comando dei carabinieri di Ragusa.