Il concorso per nuovi infermieri sarà riaperto per dare la possibilità di parteciparvi anche ai neolaureati in Scienze Infermieristiche. È l’annuncio dell’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza nel corso della riunione del coordinamento regionale del sindacato Nursind a Scicli.

Razza, in particolare, ha aperto alla possibilità d’intervenire per far fronte alla carenza di personale sanitario e per accelerare i tempi alle acquisizioni di personale con la mobilità ed i concorsi. Sul concorso per infermieri, in particolare, ha fatto sapere che le domande presentate per i due bacini dell’Isola sono state circa 10 mila mentre per la mobilità sono tra 1.700 e 2 mila.

L’assessore ha dato mandato per concedere un’estensione dei termini solo per la parte concorsuale dell’avvisi, per consentire la partecipazione anche agli studenti neo laureati che rischiavano di rimanere fuori e ha inoltre annunciato interventi sui criteri di accreditamento delle strutture territoriali e private in cui opera un gran numero di personale infermieristico e ha anticipato che è allo studio la possibilità di inserire il professionista infermiere all’interno di tali servizi, infermiere di famiglia e ospedali di comunità, temi molto cari al Nursind da parecchi anni.

“Mi ritengo soddisfatto dell’incontro avuto con l’assessore Razza – ha detto il coordinatore regionale Nurdind Claudio Trovato – per le tematiche trattate e le discussioni tecniche avute”. Per Salvo Calamia, vice coordinatore, “è stato fatto un buon lavoro di coesione sindacale con una visione degli obiettivi da seguire”.