Sono state tutte recuperate e sono in buone condizioni le persone che si trovavano a bordo delle due auto investite dalla piena improvvisa di un torrente che ha invaso la statale 115 nei pressi di Ispica, in provincia di Ragusa.

Si tratta di 8 persone che i vigili del fuoco hanno rintracciato nei pressi delle auto, poco distanti dal punto in cui i
testimoni avevano visto le vetture travolte dall’acqua.

La tragedia è stata sfiorata nel corso della notte. Le due auto stavano percorrendo la statale 115 quando sono state spazzate via dall’acqua del torrente che aveva tracimato invadendo la sede stradale. L’allarme è scattato immediatamente e sul posto sono arrivati i vigili del fuoco con un elicottero attrezzato per il salvataggio. Tutti gli otto occupanti delle due auto sono stati, così, tratti in salvo fra mezzanotte e l’una.

Purtroppo una analoga tragedia non la si è potuta evitare nel siracusano dove si registra una vittima

Ma il maltempo ha causato anche altri danni ingenti ad Ispica. Esercizi commerciali invasi da veri e propri fiumi di fango mentre nella zona di cava Mortella si è aperta una voragine che ha inghiottito all’improvviso molti metri cubi di terreno. L’evento si è verificato a ridosso di una cava e probabilmente è legato anche alle attività estrattive.

Si è udito un suono cupo,m poi la terra ha iniziato a tremare prima che la voragine si aprisse inghiottendo il terreno e facendo collassare anche le pareti dell’area estrattiva della vicina cava. L’intera area è stata evacuata e interdetta.

Sui social è rimbalzato per tutta la notte l’appello del sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie che invitata i cittadini a non uscire da casa.

Adesso la situazione meteo sembra migliorare anche se l’allerta proseguirà per tutta la giornata. Si contano i danni e si cerca di correre ai ripari per ripristinare la viabilità ed evitare qualsiasi situazione di pericolo che possa essersi presentata a causa degli allagamenti e delle esondazioni

(foto RagusaOggi)