Festa della Repubblica con la seconda edizione della Mezza Maratona di Avola, che si è disputata ieri mattina nella cittadina del siracusano. La manifestazione, organizzata dall’ASD Palombella Running, ha assegnato i titoli regionali Master Individuali e per società nella distanza. Gara nella gara i campionati italiani Paralimpici di mezza. E lo spettacolo è arrivato proprio da questo evento (tornato in Sicilia dopo quattro anni di assenza) con Marco Bianchi (T44) che ha sbaragliato tutti (anche i normodotati) andando a vincere con tanto di record italiano di categoria. Il giovane meccanico marchigiano, tesserato per l’A.S. Culturale Anthropos, ha chiuso infatti, i tre giri dell’impegnativo percorso netino, con il tempo di 1h14’48.

La mezza maratona ha visto affermarsi, tra gli uomini Enrico Pafumi (Monti Rossi Nicolosi) con il tempo di 1h19’55, che ha preceduto Salvatore Greco (Lib. Running Modica) in 1h21’55 e Antonio Pavano (Floridia Running) in 1h22’23. Al femminile netta affermazione della catanese Tatiana Betta (Podistica Messina) con l’ottimo crono di 1h26’31. Alle sue spalle Valentina Lo Nigro (Fiamma San Gregorio) con il tempo di1h29’13 e dall’atleta di casa Sebastiana Bono (Palombella Running) in 1h31’57. In precedenza avevano concluso la loro fatica gli atleti che avevano preso parte al Memorial Paolo Fusca, sette chilometri equivalenti ad un giro della mezza maratona.

Tra gli uomini, a tagliare per primo il traguardo era stato Bernardo Paolo Trigila (ASD Placeolum) con il tempo di 25’42, tra le donne Giulia Petralito (Atletica Noto) in 30’50. Parecchi gli atleti chiamati, a fine gara, al controllo antidoping, che ha inevitabilmente rallentato, l’inizio della cerimonia di premiazione. La manifestazione ha celebrato anche le due società siciliane campioni regionali nella mezza maratona: al femminile trionfo annunciato della Trinacria Palermo, al maschile della Pietro Guarino Rosolini.

Ottima l’organizzazione da parte della società guidata da Davide Fusca, coadiuvato da Giancarlo La Greca il presidente del comitato organizzatore. Prima della partenza della gara la “doppia” benedizione da parte di Don Pasquale Castrilli dell’Atletica Vaticana e di Don Fortunato Di Noto dell’Associazione Meter Onlus che di Avola è nativo. Le presenze istituzionali sono state “garantite” dal primo cittadino di Avola, Luca Cannata e dal presidente provinciale della Fidal Antonio Siracusa.

Campionati Italiano Paralimpici: detto dell’affermazione con tanto di record di mario Bianchi nella T44, andiamo a vedere gli altri atleti che si sono fregiati del titolo nazionale, tre di questi sono siciliani. Salvatore Tilaro (T20) della Arco Club Gela; Michele Baldelli nella T11 tesserato per la Anthropos e guidato da Andrea Marini; Renato Adamo nella T45 della Polisportiva Parco Sport; l’atleta di Sant’Agata di Militello Vincenzo Amata nella T12 e Giacomo Grillo nella T38, tesserato per la #Loverun Athletic Terni.

Tutti i campioni regionali Master: SM35 Enrico Pafumi (Monti Rossi Nicolosi); SM40 Sebastiano Coffa (Group Running Exclusive); SM45 Carmelo Iaci (Placeolum); SM50 Carmelo Radino (Floridia Running); SM55 Giuseppe Stella (Floridia Running); SM60 Giorgio Bonomo (Floridia Running); SM65 Salvatore Paterno (Group Running Exclusive); SM70 Francesco Rusica (Libertas Scicli); SM75 Francesco Fortuna (Podistica Amatori Siracusa); SM80 Sebastiano Caldarella (Marathon Athletic Avola).

SF35 Sebastiana Bono (Palombella Running); SF40 Valentina Lo Nigro (Fiamma San Gregorio); SF45 Maria La Barbera (Trinacria Palermo); SF50 Tatiana Betta (Podistica Messina); SF55 Angela Scondotto (Trinacria Palermo); SF60 Maria Senia (Fiamma San Gregorio); SF65 Maria Clara Minagra (Trinacria Palermo).