E’ di due arresti il bilancio di una operazione antidroga conclusa dagli agenti della Squadra mobile di Siracusa tra via Italia e piazza San Metodio, nella zona nord della città, tra le principali piazze dello spaccio. Sono ai domiciliari, accusati di detenzione di sostanze stupefacenti per fini di spaccio  Antonino Schiavone, 21 anni, e Giuseppe Serino, 25 anni, entrambi con precedenti penali.

Il primo ad essere bloccato è stato il ventunenne, che vive in via Italia, e nel suo appartamento gli agenti di polizia hanno rinvenuto, grazie al fiuto dei cani, Maui ed App, una busta contenente circa un chilo di marijuana e poi altre dosi di erba già confezionate, 20 grammi di cocaina, suddivisi in 100 dosi, ed una ricetrasmittente. Conti alla mano, il volume di affari, con le vendita di questo quantitativo di droga, sarebbe stato piuttosto elevato, circa 12 mila euro, da una prima stima, tenuto conti degli attuali prezzi di mercato. Non è ancora chiaro  il ruolo del ventunenne, probabilmente troppo giovane per organizzare tutto da solo, non è esclusa la sua partecipazione ad una rete di spaccio più complessa ma le indagini sono tutt’ora in corso.

Gli investigatori, al comando del dirigente Gabriele Presti,  si sono poi diretti in piazza San Metodio dopo aver avuto informazioni in merito ad un traffico di droga in una palazzina ed in effetti quando ci hanno messo piede, Giuseppe Serino avrebbe provato a scappare tenendo per mano delle buste: una di queste, secondo quanto svelato dalla polizia, l’avrebbe lanciata dal terrazzo, poi recuperata dai poliziotti della Squadra mobile. I due cani hanno poi scovato nella vasca da bagno della casa dell’indagato della cocaina. Nel complesso, gli inquirenti hanno sequestrato  7 grammi di cocaina, per 40 dosi, circa 400 grammi di marijuana, oltre a 360 euro, frutto dell’attività di spaccio.  Pure in questo caso, i soldi che si sarebbero potuti ricavare sono ingenti, a quanto pare  la vendita degli stupefacenti avrebbe potuto fruttare circa 5 mila euro.