• Nuovo furto in un cantiere per la costruzione di un albergo
  • In carcere due presunti ladri catanesi
  • Nel primo furto, 4 catenesi dopo l’arresto sono stati liberati

I carabinieri della stazione di Carlentini hanno arrestato due presunti ladri, Angelo Cristian Platania, 28 anni, e Ivan Faro, 22 anni, entrambi originari di Catania, con precedenti penali, accusati del furto in un cantiere per la costruzione di un albergo.

Secondo furto

Si tratta dello stesso cantiere dove nei giorni scorsi si erano recati 4 uomini, anche loro catanesi, per saccheggiare del materiale ferroso salvo poi essere arrestati dai militari e successivamente liberati dal Tribunale. Questa volta, l’autorità giudiziaria ha usato il pugno di ferro, disponendo il trasferimento degli indagati in cella, nel penitenziario di contrada Cavadonna, a sud di Siracusa.

Il blitz dei ladri

Secondo quanto emerso nella ricostruzione dei militari della stazione di Carlentini, i due presunti ladri sarebbero arrivati ben attrezzati, portando con se una motoape per caricare la refurtiva ma non avevano fatto i conti con le forze dell’ordine, che, in quel momento, erano impegnate in un controllo nella zona di contrada San Leonardo Sottano dove sono in corso i lavori per la realizzazione della struttura alberghiera.

Il piano

“Significativo il fatto che i due avessero deciso di compiere il furto non nel loro territorio di residenza bensì in un altro dal quale si sarebbero allontanati subito dopo facendo perdere le proprie tracce e rendendo così ardua la loro identificazione” fanno sapere dal comando provinciale dei carabinieri di Siracusa.  Nei confronti dei due catanesi, è stata avviata la procedura per il foglio di via obbligatorio. I due, inoltre, sono stati sanzionati per le violazioni connesse alle normative Covid-19, essendosi usciti dal territorio del proprio Comune di residenza in costanza di zona arancione.

Il furto al supermercato

Frattanto, in merito all’arresto degli stessi carabinieri di 3 avolesi, accusati del furto in un supermercato di Siracusa, si è celebrata ieri la prima udienza del processo per direttissima. Il giudice ha intanto disposto la liberazione degli indagati.