I giudici del Cga di Palermo hanno accolto la richiesta di sospensiva del sindaco di Siracusa Francesco Italia in merito alla sentenza del Tar di Catania che ha sancito l’annullamento della sua proclamazione a sindaco per delle presunte irregolarità in 9 sezioni alle amministrative del 2018. Questo vuol dire che Italia ed i componenti della sua giunta restano in carica.

Ma la decisione definitiva, quella sul merito, sarà presa l’8 di aprile quando il Cga si pronuncerà se confermare o rigettare la sentenza del Tar che prevede una mini elezione in quelle sezioni dove sono state riscontrate delle violazioni.

In realtà, il Cga dovrà valutare non solo il ricorso di Italia, per cui non si sono verificate irregolarità, ma anche quello di Ezechia Paolo Reale, promotore dell’istanza al Tar, che, invece, chiede l’annullamento del voto amministrativo del 2018 in almeno altre 10 sezioni.

QUI LE MOTIVAZIONI