• Blitz dei carabinieri del Nas in una casa di riposo di Pachino
  • La struttura era fatiscente ed accertate violazioni igieniche
  • Il locale è stato chiuso dopo una ordinanza del Comune

I carabinieri di Pachino e del Nas di Ragusa hanno accertato che gli ospiti di una casa di riposo, situato a Pachino, nel Siracusano, vivevano in una struttura fatiscente.

Violazioni igieniche

Non solo, perché dall’ispezione condotta dai militari sono emerse violazioni di carattere sanitario ed amministrativo, che sono state segnalate agli uffici del Comune. E così, dal Municipio è partita l’ordinanza di chiusura della casa di riposo e gli anziani sono stati portati via dai loro familiari.

Anziani in buone condizioni

I militari precisano, però, che gli ospiti della struttura sono stati trovati in buone condizioni di salute, come è risultato dalla visita di un medico geriatra chiamato dai militari.  “Analoghi controlli sono previsti presso altre case di riposo che ricadono nel territorio di competenza della Compagnia di Noto” fanno sapere dal comando provinciale di Siracusa.

Nas a Ragusa

I carabinieri del Nas di Ragusa, nelle ore scorse, hanno disposto la chiusura dei laboratori adibiti alla preparazione pizze ed alimenti affumicati annessi ad un noto bar ristorante di Ragusa. Una decisione assunta per via delle pessime condizioni igieniche riscontrate nel locale, uno dei più noti della città.

“Gravi violazioni sanitarie”

L’ispezione è stata condotta insieme al personale del Dipartimento di prevenzione dell’Asp di Ragusa e dalla relazione dei militari emerge che la serrata  “si è resa necessaria a seguito dell’accertamento di gravi violazioni in materia di igiene e sanità riscontrate nei luoghi di detenzione e lavorazione delle pietanze destinate alla successiva somministrazione agli avventori” spiegano dai carabinieri del Nas di Ragusa.

Panificio chiuso a Siracusa

Appena due settimane fa un panificio è stato chiuso dagli agenti di polizia per le pessime condizioni igieniche e sanitarie del locale. Secondo quanto svelato dalla polizia, ” il locale era invaso da parassiti, gli alimenti erano in cattivo stato di conservazione e scaduti, il laboratorio di lavorazione degli alimenti era sporchissimo e contaminato per la presenza di sporco pregresso, la superficie del pavimento era sudicia”.