Il sindaco di Avola, Luca Cannata, per tenere sotto controllo chi ha scelto di starsene in giro, a piedi, in auto o in moto, senza un vero motivo, ha messo a disposizione della Polizia municipale un drone. E così, questa mattina, il piccolo velivolo, comandato da terra, ha sorvolato la città, dando informazioni su quanto accadesse in tempo reale alle forze dell’ordine, a loro volta, impegnate nei quotidiani controlli per il rispetto delle misure anti coronavirus emanate dalla Presidenza del Consiglio al fine di limitare i rischi di contagio da Covid-19.

Ma le immagini dall’alto hanno offerto uno scenario suggestivo di Avola, una delle città del Siracusano ad alto tasso turistico per via della sua posizione, praticamente sul mare,  che, purtroppo, subirà un forte perdita, in chiave economica, a causa della drastica riduzione di visitatori per via dell’emergenza sanitaria. Oltre alla Polizia municipale,  in campo sono scesi i carabinieri, gli agenti del commissariato ed i militari della Guardia di finanza. Nel Siracusano, nell’ambito dei controlli anti coronavirus, i militari del comando provinciale di Siracusa hanno sanzionato il gestore di un bar, a Fontane Bianche, zona balneare di Siracusa ma a pochi chilometri da Avola, perché aveva aperto al pubblico il suo locale.