Sarebbe stata una Pasqua drammatica per un famiglia di Siracusa, composta da padre, madre e tre figli tra cui un disabile, se non fossero arrivati gli agenti di polizia. Senza poter lavorare, con poche risorse economiche e con i supermercati chiusi non avrebbero potuto soddisfare le proprie esigenze alimentari ma gli agenti della Questura di Siracusa, a conoscenza della loro situazione, hanno deciso di aiutarli. Hanno recuperato cibo, tra cui pasta, pane, acqua, latte ed altri beni di prima necessità, consentendo al nucleo familiare di poter trascorrere la Pasqua senza l’assillo di dover procurare qualcosa da mangiare.

“Nella giornata di ieri è giunta la segnalazione di una famiglia in difficoltà economica che era rimasta senza cibo. Gli agenti delle Volanti hanno consegnato alla famiglia, con tre figli uno dei quali disabili, generi di prima necessità che avevano a casa, visto che ieri i negozi erano chiusi” fanno sapere dalla Questura di Siracusa.

Nei giorni scorsi, gli stessi agenti di polizia si sono resi protagonisti di un altro gesto di solidarietà, facendo la spesa in un supermercato di Siracusa consegnata ad una donna, che vive da sola ed in evidente difficoltà economica.

“La vicenda è uno dei tanti esempi di episodi di solidarietà – spiega il questore di Siracusa, Gabriella Ioppolo – che vede protagonisti gli agenti di polizia che, in questo periodo, non si stanno occupando solo di sicurezza, ma stanno vicino in ogni modo possibile ai cittadini”