Ha vinto le elezioni poche ore dopo lo scrutinio Rossana Cannata, diventando il primo sindaco donna di Avola e succedendo al fratello, Luca Cannata. E’ stata, però, l’ultimo dei primi cittadini dei 5 Comuni del Siracusano al voto a presentare la sua giunta.

Compito, evidentemente, non facilitato dalla vastità degli alleati a sostegno della sua candidatura: 10 le liste erano nella coalizione di Rossana Cannata che, però, nella serata di ieri ha varato la sua squadra composta da 7 assessori, 3 dei quali appartenenti alla passata amministrazione.

I tre della passata amministrazione

Tra questi ultimi, il vicesindaco Massimo Grande, che ha avuto le deleghe ai Lavori pubblici, Servizi cimiteriali, Servizio idrico, Politiche portuali del mare, Autoparco, Ecologia, Relazioni con il Consiglio Comunale, Protezione civile; Paolo Iacono: Decoro Urbano e Verde Pubblico, Sicurezza sul Lavoro e Igiene Pubblica, Relazioni con il Territorio, Avola Antica; Luciano Bellomo: Edilizia scolastica e sicurezza nelle scuole, Spettacolo.

I 4 nuovi assessori

Tra i volti nuovi ci sono: Deborah Rossitto: Sviluppo economico, Politiche rurali e Attività Produttive, Annona e Commercio, ZES, Suap. Corrada Valentina Di Rosa: Politiche sociali, culturali e giovanili, Pari Opportunità, Politiche dell’istruzione e della formazione professionale. Salvatore Belfiore: Politiche per la mobilità sostenibile, Toponomastica e Viabilità, Controllo del territorio VV.UU, Servizi Demografici Elettorali e Statistici, Affari Generali, Enti partecipati, Digitalizzazione e innovazione nella PA, Urp e affissione, Politiche Animaliste. Fabio Cancemi: Bilancio, tributi e programmazione economica, Politiche Sportive e Impianti e Aree del benessere.

La squadra presentata in campagna elettorale

Dei 4 assessori indicati da Rossana Cannata in campagna elettorale solo uno, Massimo Grande, è stato confermato. Gli altri, Salvatore Andolina, avvocato, ex consigliere provinciale, in rappresentanza di Noi con l’Italia, Vera Tiralongo, indicata da Forza Italia, l’ispettore di polizia Salvatore Coletta, in quota liste civiche, non sono finiti nella squadra assessoriale.

Le dimissioni da deputata Ars

Ora si attendono le dimissioni di Rossana Cannata da deputata regionale in quanto la legge prevede l’incompatibilità tra sindaco di un Comune con oltre 20 mila abitanti e parlamentare Ars. Ieri, la stessa Cannata ha annunciato di essere pronta a lasciare il suo seggio, facendo spazio all’ex assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera.