Una nuova notte di incendi nel Siracusano dopo alcuni giorni di tregua. Il primo rogo si è scatenato in via Paternò, nella zona nord di Siracusa, alle spalle del palazzo della Questura. In fiamme è andata una macchina ma sebbene i vigili del fuoco non si sbilancino sulle cause, l’ipotesi di una azione dolosa è assai concreta.

Del resto, nell’ultimo mese gli avvertimenti  sono stati numerosi, quasi sempre con roghi appiccati alle auto. Come è capitato all’assessore ai Lavori pubblici di Priolo ma la striscia di intimidazioni è piuttosto vasta e tra le vittime ci sarebbero anche dei commercianti.

L’altro rogo si è originato in una casa, a Floridia, in via Bordonaro, ma in questo caso, secondo quanto svelato dal comando provinciale dei vigili del fuoco, si è trattato di un incidente. “L’incendio si è sviluppato all’interno di uno sgabuzzino in cui si trovava una lavatrice lasciata accesa” spiegano i soccorritori. Per fortuna, non ci sono stati feriti, i proprietari non sono stati toccati dalle fiamme. Un episodio più o meno analogo era capitato nei giorni scorsi,  in un’abitazione, situata a Solarino, ma in quel caso un’anziana era rimasta intossicata.