Una striscia di fuoco e di intimidazioni che non conosce fine a Siracusa. In nottata, un nuovo incendio ha divorato un’auto, parcheggiata in via Agatocle, a due passi da Corso Gelone, la cerniera del capoluogo aretuseo che unisce il centro storico di Ortigia al resto della città.

Si tratta di un rogo di matrice dolosa come hanno accertato i vigili del fuoco del comando provinciale, intervenuti intorno alle 4 dopo una richiesta di soccorso giunta alla sala operativa. Ad andare in fiamme, questa volta, è stata una Alfa Romeo Giulietta ma l’arrivo dei pompieri ha impedito altri danni alle auto vicine alla Giulietta così come è stato impedito al rogo di attaccare diverse abitazioni presenti in quella porzione di strada.

Le indagini delle forze dell’ordine sono, inevitabilmente, concentrate sul proprietario della macchina che, nelle prossime ore, sarà sentito dagli inquirenti. Sarà passata al setaccio la vita privata e professionale della vittima di quel che appare come un avvertimento anche se, come spesso accade in questi casi, ci vorrà del tempo per dare una chiave di lettura del messaggio.

In questa area della città, ci sono delle telecamere di sicurezza che potrebbero dare alle forze dell’ordine ed alla Procura di Siracusa, che coordina il lavoro investigativo, degli elementi importanti per l’identificazione dell’autore (o degli autori) dell’intimidazione.

Un incendio avvenuto ad appena 24 ore di distanza da quello scoppiato nel rione della Pizzuta, dove è stata danneggiata l’auto appartenente ad una donna, e dall’altro rogo esploso a Priolo, in via Palestro, ai danni del mezzo nella disponibilità dell’assessore comunale ai Lavori pubblici di Priolo, Tonino Margagliotti. Sulla vicenda dell’esponente politico è intervenuto il sindaco del  centro industriale, Pippo Gianni, che ha scagliato la pietra con le campagne di odio sui social nei confronti della sua amministrazione.

Nella notte tra sabato e domenica scorsa, un vasto rogo ha distrutto due macchine ed uno scooter ma c’è stata tanta paura per i residenti delle palazzine di via Eumelo, minacciate dalle fiamme, poi spente dai vigili del fuoco. L’allarme incendi nel Siracusano è ormai conclamato.