Un incendio, scoppiato questa notte, intorno alle 2,30, in via Mazzini, ad Avola, ha distrutto due auto, una Audi A4 ed una Fiat 500. Sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Noto a spegnere le fiamme che hanno minacciato di marciare verso le abitazioni vicine.

Si sono vissuti momenti di grande paura per i residenti della zona, svegliati dal fragore dell’incendio, che ha rapidamente avvolto i due mezzi ma, per il momento, non è stato possibile per i soccorritori capire da quali dei due veicoli  si sia originato il rogo.

Non si conoscono nemmeno le ragioni dell’incendio ma i carabinieri e la polizia, arrivati in via Mazzini poco dopo l’allarme non escludono la matrice dolosa. Del resto, come capita spesso in queste circostanze, il fuoco potrebbe anche aver cancellato le tracce di liquido infiammabile usato dagli attentatori. Così, l’attenzione si è già spostata sui proprietari delle auto, probabilmente uno dei due sarebbe finito nel mirino di qualcuno, che avrebbe provveduto a lanciargli un messaggio inquietante.

Le intimidazioni, che culminano con gli incendi delle auto, stanno ormai diventato una “specialità” nel Siracusano, d’altra parte, negli ultimi due mesi, se ne sono registrati diversi che hanno toccato perfino amministratori, come l’assessore ai Lavori pubblici di Priolo.