Un incendio scoppiato questa notte, intorno alle 3, in via Luigi Cassia, nel rione della Mazzarrona, a nord di Siracusa, ha danneggiato un furgone. E’ il mezzo del marito di un avvocato, Daniela La Runa, difensore del centro antiviolenza Ipazia, che, nel febbraio del 2018, subì un’intimidazione culminata con il rogo appiccato contro la sua auto, una Ford Focus. La professionista, nelle ore successive a quel gesto, sostenne che fosse riconducibile alla sua attività così come quello di stanotte. “Adesso è toccato al furgone di mio marito. nello stesso punto in cui è bruciata la mia macchina,ora cosa ci dobbiamo aspettare” ha scritto l’avvocato La Runa in un post sui social. Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco del comando provinciale ma sembrano non esserci dubbi sulle cause del rogo.

Solidarietà è stata espressa dal portavoce di Progetto Siracusa, Ezechia Paolo Reale. “A Salvo Russo e a sua moglie Daniela La Runa – afferma il portavoce di Progetto Siracusa avv. Ezechia Paolo Reale – giunga forte il messaggio di vicinanza di una comunità che apprezza il loro operato e di condanna del vile gesto intimidatorio perpetrato ai loro danni. Questa, purtroppo, è la moneta che a volte ripaga l’impegno civile, ancor più in una città che ha preso una direzione sbagliata, ma noi di ProgettoSiracusa invitiamo Salvo e Daniela a tenere duro: loro sono dalla parte giusta”.

Salgono, nel Siracusano, le intimidazioni ai danni degli avvocati: quella più eclatante si è registrata nel dicembre del 2017 con l’esplosione, a Pachino, di un ordigno sotto l’auto di Adriana Quattropani, curatrice fallimentare ma in fiamme è andata anche la macchina dell’avvocato Gabriella Mazzone mentre un anno fa ad essere colpito è stato il presidente dell’Ordine degli avvocati, Francesco Favi.

Ma negli ultimi sei mesi sono stati tanti gli avvertimenti che si sono registrati a Siracusa

31 marzo: incendiata la macchina parcheggiata in via Filisto, appartenente ad una donna

30 aprile: incendiato un chiosco per la vendita di bibite, caffè e gelati in Riviera Dionisio il Grande, ricavata nell’area del Monumento ai Caduti

3 maggio: trovata in via Pietro Novelli dai vigili del fuoco un ordigno inesploso sistemato sul parabrezza di una macchina

9 maggio: tre auto incendiate in via Gaetano Barresi

10 maggio: una bomba artigianale inesplosa rintracciata a ridosso di un muretto di una palazzina in via Filisto.

16 maggio: un incendio danneggia una macchina in via Gaetano Barresi

2 giugno: due auto ed uno scooter parcheggiati in via Vittorio Veneto distrutti da un rogo

2 giugno: un’auto sfonda la vetrina di un mini market in via Gioberti e poi il locale viene dato alle fiamme

2 giugno: una bomba carta inesplosa viene rinvenuta in via Gorizia

5 giugno: l’esplosione di una bomba danneggia l’ingresso di una macelleria in viale Santa Panagia

7 giugno: incendiata l’auto di un consigliere comunale di Priolo

8 giugno: un rogo distrugge un’auto e ne danneggia  un’altra in via Sommatino.

A questo elenco si aggiungono altri episodi accaduti in estate a Siracusa ma anche in altri Comuni della provincia.