Poteva essere più tragico il bilancio dello scoppio di un incendio nell’abitazione di una coppia di anziani, in via Adigrat, a Lentini, in cui è morto un pensionato di 91 anni, Alfio Brancato. In casa, insieme alla vittima, c’era la moglie, 90 anni, ma una vicina di casa, non appena si è accorta delle fiamme, causate da una fuga di gas della stufa, si è precipitata in quell’inferno riuscendo a strappare al rogo l’anziana.

Dalle informazioni in possesso agli agenti del commissariato di polizia di Lentini, al comando del dirigente Andrea Monaco, la vicina avrebbe voluto trarre in  salvo anche il novantunenne, solo che il soffitto, sotto i colpi dell’incendio, è crollato, condannando a morte la vittima. Ma resta il gesto eroico di quella donna,  che, a rischio della propria vita,  ha soccorso la pensionata, ancora sotto choc ma in discrete condizioni di salute, al punto che non si è reso necessario il ricovero in ospedale.

La Procura di Siracusa ha aperto un’inchiesta ed ha già disposto il sequestro dell’appartamento andato in fiamme: nelle prossime ore, potrebbe essere eseguito un sopralluogo per avere le idee più chiare su quanto accaduto ma gli inquirenti sembrano certi delle ragioni per cui è scoppiato l’incendio. La stufa,  secondo alcune fonti investigative, si trovava nel soggiorno e la fuga di gas è stata fatale, provocando quell’inferno che ha spalancato le porte alla tragedia.

E’ probabile che il pensionato sia deceduto perché divorato dalle fiamme ma è anche possibile un’altra ipotesi: che i calcinacci, caduti dal soffitto, possano avergli causato delle lesioni mortali. In ogni caso, i magistrati della Procura di Siracusa hanno deciso di non disporre l’autopsia sul corpo senza vita di Alfio Brancato. Del resto, accertando che si è trattato di un incidente, non ci sarebbero ragioni per approfondire sugli ultimi istanti di vita dell’anziano. La salma, come disposto dagli inquirenti, è stata dissequestrata e consegnata ai familiari per la celebrazione del rito funebre. L’appartamento della vittima è stato dichiarato inagibile dal Comune mentre sarebbero buone le condizioni statiche della palazzina.