I compagni di squadra hanno giocato per Antonio ed a fine gara, dopo aver vinto per 7-1, hanno gioito con le lacrime agli occhi insieme ai tifosi del Rosolini. Oggi era la prima della squadra granata senza Antonio Malandrino, il giovane portiere vittima di un drammatico incidente mortale avvenuto tra Pachino e Rosolini.

Tanta la commozione nel pomeriggio allo stadio Consales dove, prima della gara contro il Santa Croce, i sostenitori hanno circondato di fiori il terreno di gioco mentre i compagni hanno indossato, prima del calcio di inizio, delle maglie bianche con la scritta “Ciao Antonio”. Le squadre sono state accolte in campo da tanti bambini che hanno liberato in volo dei palloncini bianchi.

Il più emozionato è stato Emanuele Mangione che ha preso il posto di Antonio Malandrino. Tanti occhi erano posati su di lui ma il portiere ha retto l’onda emozionale e quando ha compiuto la prima parata è stato salutato dagli applausi.

Una gara senza storia, oggi il Rosolini aveva una marcia in più e se ne sono accorti pure gli avversari.