• Il Comune di Siracusa intende affidare il servizio di noleggio dei monopattini elettrici
  • Una decisione per favorire la mobilità sostenibile
  • L’altro servizio  è quello dei bus turistici scoperti

L’idea è di favorire la mobilità sostenibile per i turisti e così il Comune di Siracusa ha deciso di affidare ad un privato il servizio di noleggio dei monopattini elettrici.

“Vogliamo farci trovare pronti – affermano il sindaco, Francesco Italia e l’assessore ai Trasporti, Maura Fontana – in vista della ripresa dell’attività turistica ma, allo stesso tempo, pensando anche ai siracusani, incrementiamo l’offerta di mobilità sostenibile perché, col noleggio dei monopattini, diamo la possibilità spostarsi in maniera veloce e senza inquinare. Si tratta di una sperimentazione della durata di un anno nel corso del quale studieremo le soluzioni che meglio si integrano con la mobilità in generale”.

I monopattini

I mezzi devono essere elettrici, avere una potenza massima di 500 watt e devono essere dotati di limitatori di velocità per non superare i 6 chilometri orari nelle aree pedonali e i 25 lungo le strade della città. Inoltre dovranno montare apparecchiature Gps per la loro localizzazione. Compito del Comune sarà di individuare i punti di rilascio e di recupero dei veicoli, le aree di transito e di sosta e di predisporre la segnaletica. Per rispondere alla manifestazione di interesse occorrerà andare sul sito del Comune (www.comune.siracusa.it)

Bus scoperti

L’altro servizio che il Comune intende affidare è quello del trasporto dei turisti con bus scoperti. I mezzi dovranno seguire itinerari prestabiliti e la tariffa per ciascun passeggero non dovrà superare i 20 euro al giorno con sconto del 50 per cento per gli under 12. Nella valutazione delle offerte, a pesare maggiormente saranno le caratteristiche tecniche dei mezzi ai fini della sostenibilità ambientale. “Si tratta di un’attività già presente da qualche anno ma che adesso, scaduta la precedente autorizzazione, viene ulteriormente potenziata e ampliata” fanno sapere dal Comune di Siracusa.