Nel siracusano una donna ha accoltellato il marito allo stomaco al culmine di una lite. Accecata dall’ira, la donna ha preso un coltello conservato in casa è ha sferrato una coltellata all’addome del marito che è dovuto ricorrere alla cure dell’ospedale di Avola.

I Carabinieri della Stazione di Rosolini (SR) hanno deferito in stato di libertà per lesioni personali gravi una donna rosolinese, di 44 anni. La donna, incensurata, al culmine di una violenta discussione avvenuta nell’ambito della famiglia, secondo quanto ricostruito, ha aggredito il marito sferrandogli un fendente all’addome.

La tragica vicenda è avvenuta durante la notte nel centro il provincia di Siracusa. I Carabinieri della stazione sono dovuti intervenire nella casa del marito e della moglie. Sul posto è arrivata anche una ambulanza del 118 per soccorrere il marito ferito all’addome dalla coltellata sferrata dalla moglie.

L’uomo presentava una grossa ferita al ventre e per questo motivo è stato subito soccorso e trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale G. Di Maria di Avola, dove è stato trattenuto per ricevere le cure necessarie.

Intanto i Carabinieri hanno calmato e bloccato la signora, la quale ha dichiarato ai militari che quanto avvenuto è stato l’epilogo di un rapporto di tensione che tra i due coniugi esisteva già da molto tempo. Durante la serata di ieri, dopo una banale ma evidentemente logorante discussione tra i due coniugi, la donna, per la forte pressione psicologica, sarebbe stata presa dall’ira ed avrebbe aggredito il marito ferendolo con un coltello presente in casa.

I carabinieri, che svolgeranno gli accertamenti necessari per circostanziare meglio il fatto, hanno allontanato la donna dall’abitazione familiare dove abita anche i marito. La donna è stata accompagnata in un centro anti violenza. Per la signora è scattata anche una denuncia in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per il reato di lesioni personali aggravate.