Non avrebbe gradito il rimprovero di un docente al proprio figlio e così, per vendicarsi, si sarebbe presentato a scuola per picchiare il professore. La vittima è stata costretta a fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso  mentre il presunto aggressore, M.S., 35 anni, residente a Noto, è stato denunciato con le accuse di lesioni personali dolose aggravate dai futili motivi.

I fatti, secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato di polizia di Noto, che hanno condotto le indagini, si sono verificati nella giornata del 5 novembre. Il figlio del trentacinquenne avrebbe raccontato al padre di essere stato ripreso dal docente. L’avrebbe presa come un affronto ed avrebbe trovato conforto nel genitore che, colmo di rabbia,  avrebbe meditato di dare lui una lezione al professore.

Di buon mattino, si sarebbe presentato nell’istituto scolastico per mettersi alla ricerca del docente. Non c’è voluto molto per trovarlo e quando ha incrociato il suo sguardo avrebbe chiesto spiegazioni su quel comportamento. Solo che sarebbe passato quasi subito alle vie di fatto, aggredendolo con uno schiaffo, sotto lo sguardo di alcuni testimoni.

La vicenda ha fatto il giro della scuola ed una segnalazione alla polizia ha fatto scattare le indagini. Determinante sarebbe stata la testimonianza della vittima che avrebbe anche spiegato di aver rimproverato il suo studente per il linguaggio volgare usato in classe.

“Si invitano i docenti a segnalare e denunciare sul nascere episodi similari al fine di evitare il degenerare di certe situazioni di bullismo poste in essere in classe nei loro confronti da parte di alunni ribelli e di riaffermare l’autorevolezza di chi svolge pubbliche funzioni al servizio della comunità studentesca” spiega il dirigente di polizia di Noto, Paolo Arena.