“Chi è il direttore di esecuzione del contratto che regola il servizio di igiene urbana a Siracusa? Trattandosi di una figura che costa 6.800 euro al mese ai contribuenti siracusani, sarebbe forse il caso di dare una qualche indicazione sulla sua identità e su quali risultati abbia prodotto ed in quali ambiti della raccolta rifiuti”.

Lo afferma il M5S Siracusa in cerca di chiarimenti su questa figura, esterna al Comune di Siracusa che, però, avrebbe affidato l’incarico per accertare il rispetto del contratto per la nettezza urbana da parte della Tekra, vincitrice del bando.

Le proroghe

“Da quando questa figura è “nata”, negli ultimi mesi del 2018, si sono susseguite circa una decina di proroghe di affidamenti diretti del servizio a Siracusa. Il direttore di esecuzione del servizio di igiene urbana costava ai contribuenti siracusani 4mila euro al mese nel 2019, saliti a 6.300 nel 2020 fino agli attuali 6.800″ fanno sapere dal M5S.

Non si conosce il consulente

Il M5S Siracusa sostiene che è ignoto il nome di questo consulente.

“Eppure dalla metà del 2020 non sappiamo – spiegano dal M5S di Siracusa – chi è e neanche cosa produce. Sappiamo che il servizio di direttore di esecuzione del servizio, dal 2018 ad oggi, è stato scelto tramite affidamento diretto e numerose volte è stato oggetto di proroga, nonostante nel 2020 fosse stato approvato un bando poi finito nel dimenticatoio. Attenzione, affidamenti diretti legittimi, consentiti dai decreti semplificazione di questi anni. Bisogna capire però quanto opportuni visto che si tratta del servizio, probabilmente, più importante per il Comune e di durata settennale”

“Magari è anche a causa della poca incisività delle società consulenti selezionate per il ruolo che il servizio di raccolta rifiuti non decolla. Specie se – in ipotesi – gli uffici del direttore di esecuzione non vigilano costantemente sull’esecuzione dei vari aspetti del contratto di igiene urbana” concludono gli esponenti del M5S di Siracusa.