L’atteso derby tra Nuoto Catania e Telimar valido per la tredicesima giornata del massimo campionato nazionale di pallanuoto maschile è stato rinviato a causa del Covid19. Il club etneo ha chiesto – ed ottenuto dalla Fin (la Federnuoto) – lo slittamento della sfida prevista per sabato 8 gennaio alla Piscina Scuderi di Catania per la positività al Coronavirus di quattro suoi atleti. La sfida è stata rinviata a data da destinarsi.

Dal punto di vista sportivo, in classifica, Nuoto Catania con 7 punti in zona calda; il Telimar, a quota 25 vede la zona play off scudetto.

Posticipa l’Ortigia

Per due siciliane che rinviano, una che riesce a giocare la sua partita. La sfida tra Ortigia e Pro Recco, infatti, si giocherà domenica 9 gennaio alle 12 anziché sabato 8 gennaio. La gara si svolgerà a porte aperte, con capienza ridotta secondo quanto stabilito dal decreto anti-Covid.

L’accesso all’impianto è consentito esclusivamente esibendo Green Pass rafforzato e documento d’identità e indossando la mascherina FFP2 durante tutta la permanenza all’interno.

Il 12 gennaio il derby in semifinale di Len Euro Cup

Telimar Palermo ed Ortigia si troveranno di fronte, mercoledì 12 gennaio con orario da confermare, per la semifinale di andata (il ritorno ad Ortigia è previsto per il 9 febbraio). della Len Euro Cup. La partita si giocherà alla Piscina Olimpica di viale del Fante. Ad oggi rimane l’interrogativo sull’agibilità della tribuna dell’impianto di viale del Fante. Nei prossimi giorni dovrebbero iniziare dei sopralluoghi in merito.

Il derby tutto siciliano mette in palio una storica finale. Il club palermitano allenato da Marco Baldineti, al suo esordio assoluto in una competizione continentale, è a caccia della prima finalissima. Gli aretusei, alla terza semifinale in Len Euro Cup consecutiva, sono a caccia della seconda per poter essere presenti all’appuntamento col destino. Nella stagione 2019-20, infatti, il club biancoverde si qualificò all’epilogo ma non ebbe la possibilità di giocarsi il trofeo. La kermesse (e non solo) venne interrotta bruscamente dall’irrompere dell’emergenza Covid19 che, a quanto pare, non sembra essere passata.